RISCHIO GUERRA ATOMICA USA,GRAN BRETAGNA E FRANCIA ATTACCANO CON RAID AEREO LA SIRIA…L’IRA DI PUTIN

loading...

Gli obiettivi
Sono tre gli obiettivi colpiti nel corso dell’attacco, durato circa un’ora: un centro di ricerca a Damasco, un deposito per lo stoccaggio delle armi chimiche e un centro di comando a Homs, dove tre persone sarebbero rimaste ferite. Sarebbero stati lanciati tra i 100 e i 120 missili da crociera. Così ha lasciato intendere James Mattis, capo del Pentagono, che ha rivelato che è stata utilizzata una quantità doppia di razzi rispetto ai 59 dell’attacco alla Siria del 2017. Più preciso è il generale russo Serjey, il quale dichiara che 71 dei 103 missili lanciati sono stati intercettati. Secondo quanto annunciato dallo stesso Trump, gli attacchi coordinati con i due Paesi alleati puntano a colpire i siti per la produzione di armi chimiche. «Siamo pronti a sostenere questa risposta fino a quando il regime siriano non cesserà l’uso di agenti chimici proibiti» ha detto. «Non vogliamo rovesciare Assad, ma fermare l’uso di armi chimiche» ha sottolineato invece Theresa May, premier della Gran Bretagna.

«La linea rossa fissata dalla Francia nel maggio del 2017 è stata superata. Quindi ho ordinato alle forze armate francesi di intervenire questa notte, nell’ambito di un’operazione internazionale congiunta con gli Stati Uniti d’America e il Regno Unito e diretta contro arsenali chimici clandestini del regime siriano» ha poi twittato il presidente francese, Emmanuel Macron. La Francia ha annunciato che le sue forze militari sono riuscite a colpire «il principale centro di ricerca di armi chimiche e altri due siti di produzione del programma chimico clandestino» del regime di Damasco. «Questo è un chiaro messaggio per Assad», ha spiegato il segretario americano alla Difesa, l’ex generale James Mattis, assicurando come al momento non si registrino perdite tra le forze Usa.

Putin condanna l’attacco: «Intervenga l’Onu»

Dura la risposta della Russia, prima attraverso l’ambasciatore negli Stati Uniti: «L’attacco è un inammissibile schiaffo al nostro presidente Putin e non resterà senza conseguenze». E ha poi aggiunto che un numero «considerevole» dei missili lanciati è stato «intercettato o abbattuto» dai sistemi di «difesa siriani». Poi è il presidente del Cremlino a replicare con parole dure. In una nota Putin ha condannato fortemente l’attacco — «un atto di aggressione» contro un Paese che sta combattendo il terrorismo — che essendo stato portato avanti senza mandato dell’Onu, ha violato secondo lui il diritto internazionale: «La Russia ha intenzione di chiedere una riunione di emergenza del Consiglio di sicurezza dell’Onu per discutere l’attacco della coalizione occidentale in Siria». Francia e Regno Unito assicurano che «la Russia è stata avvertita in anticipo degli attacchi», mentre Mosca nega.

loading...
COMMENTA CON FACEBOOK

Be the first to comment on "RISCHIO GUERRA ATOMICA USA,GRAN BRETAGNA E FRANCIA ATTACCANO CON RAID AEREO LA SIRIA…L’IRA DI PUTIN"

Leave a comment

Your email address will not be published.


*


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: