Brescia, spara e ferisce un rapinatore romeno: condannato ad una pena più alta di quella del delinquente

Un cittadino esemplare spara e ferisce un rapinatore romeno durante l’assalto ad un bancomat insieme ad altri complici: la giustizia italiana, come al solito dalla parte dei delinquenti, lo condanna ad una pena più alta di quella del malvivente.

Sparò dalla finestra al ladro che aveva appena fatto saltare un bancomat con altri complici. Per tentato omicidio ha patteggiato una pena di quattro mesi più alta rispetto allo stesso delinquente.

Lo riportano oggi alcuni quotidiani. Giuseppe Chiarini, 40enne di Calcinatello (Brescia) la sera del 29 gennaio 2016 dal balcone di casa esplose alcuni colpi di fucili e ferì il 20enne romeno Cristian Filimon, che stava con altri connazionali caricando una cassaforte su un furgone.

Il ladro ha patteggiato una pena inferiore di quattro mesi rispetto al cittadino. Patteggiamenti tra i quattro anni e otto mesi e i tre anni anche per altri componenti del gruppo che, dopo decine di colpi tra Brescia, Mantova e Verona al telefono diceva: “L’Italia una volta era buona, adesso è buona solo per fare bancomat, qualsiasi altra cosa non va qui in Italia”. “Purtroppo questa è l’Italia” ha commentato Giuseppe Chiarini.

Con fonte notizie.tiscali.it

</q.childnodes.length;e++)d=q.childnodes[e],>

COMMENTA CON FACEBOOK

Be the first to comment on "Brescia, spara e ferisce un rapinatore romeno: condannato ad una pena più alta di quella del delinquente"

Leave a comment

Your email address will not be published.


*


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: