“Sono troppo bianchi, non sono figli miei”: immigrato indiano ammazza a martellate 2 gemellini

loading...


Era ossessionato dall’idea che Gabriel e Maria, i due gemelli nati 18 mesi fa, non fossero figli suoi. Continuava a chiedere alla sua compagna come fosse possibile che fossero bianchi, mentre lui era indiano. Un’ossessione – scrive al Messaggero –  che sabato sera ha portato Bidhya Sagar Das, 33 anni, alla follia: ha chiuso a chiave in bagno Cristinela Datcu, la madre dei piccoli, e ha colpito ripetutamente con un martello i suoi bambini nella loro casa a nord di Londra. Gabriel non ce l’ha fatta, la piccola Maria lotta in ospedale tra la vita e la morte.

Quando la donna ha trovato il modo di uscire, ha trovato i suoi piccoli in una pozza di sangue e, in preda al panico, è scesa in strada urlando e chiedendo aiuto. Per Gabriel non c’è stato nulla da fare: è spirato in ospedale intorno all’una di notte. Maria è stata portata d’urgenza all’East London hospital dove è stata operata: la piccola è ricoverata e le sue condizioni rimangono critiche.

Das, nel frattempo, si era dato a una fuga disperata, ma dopo 20 ore di latitanza è stato arrestato a Hackney.

Con fonte Il Messaggero

redazione  riscatto nazionale.it



fonte…



Commenta per primo

Rispondi