“Allah Akbar. Questo è per Aleppo”: terrorista islamico uccide l’ambasciatore russo ad Ankara

loading...

“Allah Akbar. Questo è per Aleppo”, Con questa frase un terrorista islamico ha ucciso durante un attentato ad Ankara  l’ambasciatore russo Andrey Karlov.

L’ambasciatore russo – scrive Il Giornale – ad Ankara, Andrey Karlov, è stato colpito da alcuni colpi esplosi da un uomo armato durante un evento nella capitale turca. L’ambasciatore è stato trasportato in ospedale dove è deceduto per ferite riportate alla testa. Il diplomatico russo stava partecipando ad una mostra dal titolo “La Russia con gli occhi della Turchia”. A quanto pare, secondo quanto riporta la tv turca, l’ambasciatore russo sarebbe stato colpito probabilmente per l’intervento della Russia in Siria.

Da giorni in Turchia si susseguono le manifestazioni di protesta contro il coinvolgimento di Mosca nel conflitto siriano. Durante la sparatoria sarebbero state colpite anche altre persone. L’aggressore avrebbe prima esploso alcuni colpi in aria, e poi preso di mira il diplomatico gridando qualcosa a proposito di Aleppo, la città siriana ripresa quasi completamente dalle forze governative grazie al decisivo appoggio militare di Mosca, contro il quale da giorni in Turchia si susseguono proteste. Inoltre secondo Russia Today, l’uomo avrebbe anche urlato “Allah Akbar”. Stando all’emittente televisiva CnnTurk, l’uomo potrebbe ancora trovarsi all’interno dell’edifico, circondato dalle teste di cuoio che si preparano a un’irruzione. La stessa ambasciata russa ha fatto sapere di ritenere che l’attacco sia di matrice radicale islamica. L’ambasciata russa in Turchia ritiene che l’attacco al diplomatico Andrei Karlov ad Ankara sia stato compiuto da islamisti radicali. Il fatto si è verificato il giorno prima della riunione a Mosca tra ministri degli Esteri di Russia, Iran e Turchia per discutere di Aleppo.

Il  Giornale

 





Commenta per primo

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: